top of page

Primavera 2023: come purificare la sua casa con il palo santo o l'incenso naturale?

Finalmente il sole riscalda le nostre giornate, i primi fiori riempiono di colore i prati e nei nostri cuori ci sentiamo già un po' più leggeri: La primavera è arrivata! Non vediamo l'ora di entrare pienamente nella stagione più bella dell'anno, pero prima, facciamo un piccolo recap di come purificare le sue energie e la sua casa per il cambio di stagione.

Piccola guida all'uso del Palo santo e dell'incenso.

Palo santo e cristallo di purificazione

Per rincentrare le energie e dedicarsi a un momento di meditazione: l'incenso naturale.
Bastoncino d'incenso

Grande classico della meditazione pensiamo a torto di sapere già tutto dell'incenso, e invece...L’uso dell’incenso combustibile risale ad oltre duemila anni fa, epoca in cui gli egiziani erano soliti bruciarne mazzetti essiccati per diffondere piacevoli fragranze nell’ambiente. Nel corso dei secoli, la pratica passò dai babilonesi, che accendevano bastoncini di incenso durante le preghiere rivolte agli oracoli sacri, agli abitanti della Cina antica che li usavano per i propri rituali religiosi. Nello stesso periodo, anche i monaci buddisti coreani bruciavano l’incenso per le loro cerimonie di purificazione.


Le pratiche che più comunemente utilizzano l’incenso sono tre: ritualistica, spirituale e di guarigione. Un esempio di rituale è quello durante il quale i buddisti bruciano incenso per purificare un’area specifica o regolare il livello di energia all’interno di una stanza. Allo stesso modo, nella liturgia cattolica il rito prevede la combustione di incenso in preparazione alla preghiera. Infine, un uso curativo dell’incenso include la combustione del sandalo per aiutare ad alleviare le sofferenze causate da depressione ed insonnia.

Oggi nella nostra società occidentale, oltre alla spiritualità, usiamo anche l'incenso ai fini puramente di comodità: per profumare casa, allontanare gli insetti durante le calde serate d'estate o semplicemente arredare casa.


A noi poi di scegliere l'uso che vogliamo fare di questi bastoncini super versatili.

Il nostro consiglio sarà sempre quello di fermarci un attimo nel nostro quotidiano che va a sempre a mille e dedicarsi un momento di calma e di meditazione.

Avvicinare un’estremità del bastoncino d'incenso ad una fiamma viva, lasciarla agire per qualche secondo, agitare il bastoncino per spegnerla. Il fumo prodotto dall'accensione del bastoncino rilascerà l'odore caratteristico del incenso e ne libererà tutti i benefici.


Trovi qui il nostro incenso naturale in pacchetto da 20 bastoncini profumati al muschio tibetano, sandalo o arancio e cannella.


Per purificare l'anima e la casa in modo sostenibile : il Palo santo ecosolidale
Palo santo

Il Palo Santo viene utilizzato sin dai tempi antichi dagli sciamani delle popolazioni precolombiane: purifica le energie degli ambienti, favorendo riequilibrio ed armonia interiori e profuma a lungo con il suo aroma delicato ma persistente. Viene anche utilizzato nei rituali di meditazione e nell’arte della fumigazione per aumentare la concentrazione negli stati meditativi.


La produzione di Palo Santo dovrebbe avvenire nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’albero stesso in quanto si dovrebbero utilizzare esemplari di Palo Santo già caduti a terra e seccati naturalmente. Per acquisire infatti il suo particolare profumo e soprattutto le sue proprietà, la pianta del legno di palo santo deve avere almeno una decina di anni e il ramo da cui si ricava il legno deve staccarsi in modo del tutto naturale dalla pianta.


Il nostro Palo Santo proviene da un’azienda che da sempre fa parte di una rete di produttori che ancora credono fermamente che il processo naturale e i ritmi di questo pianeta vadano rispettati e condivisi. Nostro Palo Santo è raccolto da piante cadute al termine del loro ciclo vitale e lasciato stagionare a terra minimo 3 anni. Una volta raccolta, la legna viene tagliata, selezionata e confezionata a mano.

Il nostro Palo Santo è ecosostenibile e equosolidale, poiché selezionato insieme alle comunità locali secondo rapporti di lavoro etici ed equi.


L’uso del Palo Santo può essere una grande risorsa per chi sente il bisogno di purificare ambienti, oggetti o anche soltanto per condurci, attraverso l’olfatto, a sensazioni positive.


Per una corretta accensione avvicinare un’estremità del paletto di Palo Santo ad una fiamma viva. Lasciarla agire per qualche secondo, agitare il paletto per spegnerla. Ripetere l’operazione finché sull’estremità non si forma un sottile strato di braci.

Appoggiare il bastoncino di Palo Santo su un supporto che resiste al caldo.

Il fumo prodotto dall'accensione del bastoncino rilascerà l'odore caratteristico del Palo Santo e ne libererà tutti i benefici.


Se vuoi provarlo puoi acquistare il nostro Palo Santo sfuso in set di 3 bastoncini.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page